Home > Organi > L’organo Steinmeyer della Herkules-Saal della residenza di Monaco

L’organo Steinmeyer della Herkules-Saal della residenza di Monaco

Grazie alla gentile collaborazione della fabbrica di organi Steinmeyer abbiamo la disposizione fonica dell’organo della Sala Ercole della Residenza di Monaco, con il quale Karl Richter ha inciso:

  • Mozart: Fantasia in fa minore K. 608 (per organo meccanico)
  • Brahms: 11 Preludi-Corali op. 122
  • Liszt: Preludio e fuga sul nome BACH, S. 260

Queste registrazioni si trovano nel quinto CD del box Karl Richter: A Universal Musician (477 6210) ed erano state rilasciate molti anni fa sotto forma di LP.

Copertina dell'LP "Karl Richter all'organo Steinmeyer"
LP con Richter allo Steinmeyer
Copertina del cofanetto "Karl Richter - A Universal Musician"
Box «A Universal Musician»

La Steinmeyer Orgelbau mi ha subito cortesemente inviato per posta la disposizione dell’organo in questione e dunque merita i miei più sentiti ringraziamenti per la disponibilità mostrata.

Un grazie anche a Gianluca, che mi ha illuminato sulla possibilità di scrivere su più colonne.


Steinmeyer-Orgel im Herkules-Saal, München (1962)

Fotografia dell'organo Steinmeyer della sala di Ercole della Residenza di Monaco di Baviera
Foto tratta dal sito www.vokal-ensemble-muenchen.de

Trasmissione elettrica

I. Hauptwerk – [C-g”’]
Prinzipal 16′
Bordun 16′
Prinzipal 8′
Gemshorn 8′
Gedackt 8′
Praestant 4′
Querflöte 4′
Nasard 2 2/3′
Octav 2′
Waldflöte 2′
Mixtur 6-8fach 1 1/3′
Cornett 5fach 8′
Rauschpfeife 5fach 2 2/3′
Trompete 16′
Trompete 8′
Clarine 4′

II. Seitenwerk – [C-g”’]
Quintade 16′
Harfenprinzipal 8′
Viola 8′
Gedackt 8′
Singend Prinzipal 4′
Nachthorn 4′
Prinzipal 2′
Blockflöte 2′
Quinte 1 1/3′
Septime 1 1/7′
Scharf 5fach 1′
Terzzimbel 3fach 1/6′
Dulcian 16′
Krummhorn 8′
Rohrschalmei 4′

* Tremulant

III. Schwellwerk – [C-g”’]
Gedackt 16′
Holzprinzipal 8′
Salicional 8′
Dulziangedackt 8′
Geigenschwebung 8′
Ital. Prinzipal 4′
Koppelflöte 4′
Quintade 4′
Quint 2 2/3′
Nachthorn 2′
Terz 1 3/5′
Sifflöte 1′
Plein jeu 7-9fach 2′
Basson 16′
Oboe 8′
Helle Trompete 4′

* Tremulant

IV. Kronwerk – [C-g”’]
Kupfergedackt 8′
Spizflöte 8′
Praestant 4′
Rohrflöte 4′
Gemsquinte 2 2/3′
Octav 2′
Quintan 2fach 1 1/3′ + 8/9′
Scharff-Mixtur 5fach 1′
Rankett 16′
Musette 8′
Regal 4′

* Tremulant

Pedal [C-f’]
Prinzipalbaß 16′
Subbaß 16′
Streichbaß 16′
Gedacktbaß 16′
Quint 10 2/3′
Oktavbaß 8′
Bordun 8′
Choralbaß 4′
Gedacktpommer 4′
Hornpfeife 2′
Baßzink 4fach 5 1/3′
Pedalmixtur 6fach 2 2/3′
Posaune 16′
Sordun 16′
Trompete 8′
Trompete 4′
Singend Cornett 2′

Pur essendo uno strumento di grandi dimensioni, il suono risulta chiaro e brillante. Si identifica ogni voce senza problemi tanto che dall’ascolto non si direbbe di trovarsi di fronte a uno strumento con 75 registri. Con tutti questi timbri a disposizione Karl Richter rende originale ogni esecuzione, inclusi i corali di Brahms. Inoltre uno strumento di questo genere garantisce una dinamica molto ampia: basta ascoltare Liszt e Mozart per apprezzare i passaggi dal pianissimo a fortissimo e i crescendo.

Siti utili: Orgelbau SteinmeyerDeutsche GrammophonEncyclopedia of Organ Stops.

organ orgel orgue varhany disposition specification specifications stoplist stop list stops

Annunci
  1. anita
    13 agosto 2006 alle 23:57

    io dei post tuoi nn kapisco 1 parola..cmq..ghghgh si lo sooooo:°sto poko al pc ultimamente..e mercoledì parto di nuovo:/!!!ma tanto domani penso di collegarmi..!

  2. anita
    13 agosto 2006 alle 23:57

    oddio no!kazzata!io domani partooo!!!oddio oddio ero konvinta ke fosse sabato oggi!!!!!!!!aiutooooooooo!!!!!!!!

  3. Giuseppe
    17 agosto 2006 alle 20:56

    Carissimo,
     
    proprio oggi ho aggiunto qualche foto!!! Sono tornato 2 giorni fa, ma ho avuto problemi con la LAN non sono riuscito a connettermi. Farò avere dettagli sul mio viaggio prima possibile!
     
    P.S.: a proposito delle spagnole…AAHH…..!!!!!!!! Vedrai!!!!     😉
     
    Giuseppe Raccuglia Organarius

  4. Marco
    18 agosto 2006 alle 15:16

    Ciao ho visto il tuo blog, complimenti, è bello potere contare su persone che si interessano della divulgazione sulla conoscenza dell’organo..a presto bye!

  5. Giuseppe
    19 agosto 2006 alle 19:02

    Ciao Alberto,
     
    gli organi hanno l’ottava cromatica così come li conosciamo noi oggi, quindi la tastiera parte da "do". Ho appena cominciato ad inserire il materiale: ce n’è davvero TANTO..!!!!!
     
    A presto
     
    Giuseppe

  6. Giuseppe
    22 agosto 2006 alle 12:01

    Ciao Alberto,
     
    le interpretazioni sul secondo corale le avevo tutte (forse manca la Tracey).
    Appena ci incontriamo in Messenger ti invio le foto che mi hai chiesto.
     
    Da poco sono stato nominato assistente gestore di questa comunità: clicca qui
    Aiutami a renderla vitale!!!!!!
     
    A presto
     
    Giuseppe Raccuglia Organarius

  7. Francesca
    29 agosto 2006 alle 09:07

    praticamente il tuo blog è fatto solo di recensioni di CD?
    … – ____-  …
     
    comunque, passa dal mio se vuoi.non parlo di organi perchè non ne capisco niente e l’unica recensione che abbia mai fatto è stata solo una dettagliatissima analisi di tutte le variazioni Goldberg, una per una.
    Quindi il mio bog non ha molte affinità cn il tuo, però mi farebbe piacere se tu passassi lo stesso  🙂
     
     
    ciao

  8. SERENA
    30 agosto 2006 alle 21:28

    Bhè dopotutto hai ragione… almeno un commento di tanto in tanto…. devo lasciarlo! 😉 ehehehe un bacione grande grande sery

  9. Giuseppe
    31 agosto 2006 alle 05:56

    Ciao Alberto,
     
    la casa costruttrice dell’organo della Cattedrale di Palermo è Tamburini ed è degli anni ’60!!!!!
    Appena possibile lo aggiungerò all’articolo, oggi proprio no (ho compiuto 23anni e non ci starò molto a casa….!!!)
     
    A presto
     
    Giuseppe

  10. m.
    31 agosto 2006 alle 11:51

    Eccomi… Ho visto il tuo commento solo adesso. Sono stata molto presa da una Danza Slava di Dvorak (fra non molto terrò un concerto). Scappo… Fatti vedere, eh?

  11. Enrico
    1 settembre 2006 alle 23:26

    Meno male che Mozart pensava che la sua Fantasia in fa minore (K 608 e K 594 scritte entrambe per la stessa commissione) avesse potenzialità limitate (cit. "…sono soltanto zufoli con suono infantile…" Mozart, lett. 3-ott-1970) solo perchè l’organo meccanico possedeva unicamente due registri di flauto!!!

  1. 11 ottobre 2010 alle 12:00
  2. 11 ottobre 2010 alle 12:31
  3. 12 ottobre 2010 alle 10:44

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: